Descrizione

Si è detto che il Novecento è stato il “Secolo delle donne”, ma nulla è stato loro regalato. I progressi e le conquiste sociali, politiche e culturali sono stati il risultato di un grosso impegno, mobilitazione e lotte, vittorie e arretramenti. Dall’inizio del secolo, la data dell’8 marzo segna una ricorrenza ad altissimo valore simbolico che negli ultimi anni anche se banalizzata dai media e a volte ridotta a rito consumistico, resta un’occasione di ampia mobilitazione e di trasmissione di memoria tra le generazioni. Il volume ripercorre la storia della ricorrenza, svelando alcuni misteri sulla sua origine e le varie modificazioni di senso subite nel tempo. Se ne attualizza così la corposa valenza politica: l’8 marzo ha un passato glorioso e un futuro che toccherà alle donne più giovani scrivere.

Prefazione: Loredana Lipperini

*disponibile anche nella versione con DVD (ESAURITO)

Informazioni aggiuntive

Spese di spedizione

Gratis via Posta. Gratis con corriere se spendi più di 25 euro e 8 euro se spendi meno.

Tempi di spedizione

2-7 giorni lavorativi via Posta. 24-48 ore lavorative via Corriere.

Fatture

Per l’acquisto di libri materiali non viene emessa fattura in quanto l’IVA è assolta dall’editore ai sensi dell’articolo 74 D.P.R. 633/1972.Una fattura può essere comunque richiesta inoltrando una email a ordini@iacobellieditore.it

SCHEDA

  • Altezza : 19 cm
  • Larghezza : 14 cm
  • Pagine : 176
  • Data di pubblicazione : febbraio 2009
  • Isbn : 9788862520423 (fuori catalogo)

BIO

Marisa Ombra

Marisa Ombra, partigiana nelle Langhe e attiva nei Gruppi Clandestini di Difesa della Donna, nel dopoguerra ha fatto parte dell’Udi (Unione donne italiane) nazionale e ha presieduto la Cooperativa Libera stampa, editrice del settimanale Noidonne, negli anni ’70. È stata anche presidente dell’Associazione nazionale Archivi dell’Udi.

Tilde Capomazza

Tilde Capomazza, programmista-regista della Rai, è nota in particolare per la realizzazione del programma televisivo “Si dice donna” andato in onda su Rai2. Svolge attività di documentarista in particolare per l’Aidos e altre associazioni femminili nazionali e locali.