19,00

Caduta in un gorgo di torbide passioni

L’autobiografia di una diva della canzone italiana

Descrizione

«Il vestito che indossai per la prima serata con il pubblico era di raso marrone e mi snelliva in maniera impressionante tanto che Nunzio Filogamo, presentandomi, disse: ‘Amici vicini e lontani, ecco a voi una graziosa signorina, filiforme, di Moggio Udinese, che canterà Un poquito de tu amor: Miranda Martino!’». A distanza di quasi 70 anni, i ricordi che Miranda Martino ha del suo debutto sono ancora straordinariamente vivi e ricchi di dettagli. Così come lo è tutto il resoconto della sua lunga stellare avventura nel mondo dello spettacolo: un’avventura iniziata grazie a un concorso indetto dalla RAI, proseguita sui palchi più prestigiosi d’Italia e del mondo, fra incontri artistici indimenticabili, colpi di fulmine galeotti, disastrosi errori di valutazione e coraggiose ripartenze.


ARTICOLI, RECENSIONI E…

Miranda Martino. Fui amata da Johnny Dorelli
(Gianni Ruggio, Settimanale Dipiù, 23 luglio 2018)

Recensione
(Nuovo Settimanale, luglio 2018)

Recensione
(Maria Cristina Coppini, Mangialibri, giugno 2018)

Miranda Martino, un’autobiografia piena di passione
(Daniela Delli Noci, The Film Seeker, 22 maggio 2018)

Miranda Martino a Napoli: «Vi racconto senza pudore un pezzo di storia della canzone italiana»
(Emanuela Sorrentino, Il Mattino, 17 maggio 2018)

Miranda Martino si racconta nell’autobiografia “Caduta in un gorgo di torbide passioni”
(Stone Music, 14 maggio 2018)

Recensione
(Daniela Domenici, Daniela&Dintorni, 2 aprile 2018)

Miranda Martino: travolta in un rogo di torbide passioni
(Valeria Rubinacci, Lo Strillo, aprile 2018)

PRESENTAZIONI E DISCUSSIONI

SCHEDA

  • Altezza : 23
  • Larghezza : 16
  • Pagine : 352
  • Data di pubblicazione : Marzo 2018
  • Isbn : 9788862523929

BIO

Miranda Martino

Miranda Martino (Moggio Udinese, 1933), cantante e attrice. Debutta nel 1955 a un concorso indetto dalla RAI. La popolarità le spalanca le porte della televisione, della radio, del cinema, la sua fama giunge fino in America. A partire dalla seconda metà degli anni '60 privilegia il teatro.