Cinema e ceci

 16,50  14,03

Cinema e ceci

Romanzo verità sul mondo dello spettacolo

Descrizione

La vita di Michela. Una donna, nata borghese, che si inserisce nel mondo dello spettacolo e lo attraversa senza esserne risucchiata. Episodi reali, divertenti o dolorosi, raccontati con il nome e il cognome dei protagonisti famosi che di Michela sono amici, compagni o solamente datori di lavoro, si mischiano alla sua vita familiare e ai suoi problemi affettivi. Una vita vera, scandita dalla scomparsa terrena di molti personaggi di successo.

Luigi Zampa, Nino Manfredi, Federico Fellini, Alberto Sordi, Vittorio Gassmann, Danilo Donati, Mario Camerini, Dario Argento, Adriano Celentano, Mariangela Melato, Michele Placido e molti altri, vissuti nella dimensione di chi ha lavorato con loro e per loro senza considerarli miti, ma uomini con pregi e difetti.

Prefazione: Morando Morandini jr

Informazioni aggiuntive

Spese di spedizione

Gratis via Posta. Gratis con corriere se spendi più di 25 euro e 8 euro se spendi meno.

Tempi di spedizione

2-7 giorni lavorativi via Posta. 24-48 ore lavorative via Corriere.

Fatture

Per l’acquisto di libri materiali non viene emessa fattura in quanto l’IVA è assolta dall’editore ai sensi dell’articolo 74 D.P.R. 633/1972.Una fattura può essere comunque richiesta inoltrando una email a ordini@iacobellieditore.it

SCHEDA

  • Altezza : 23 cm
  • Larghezza : 16 cm
  • Pagine : 288
  • Data di pubblicazione : maggio 2010
  • Isbn : 9788862520966

BIO

Sofia Scandurra

Sofia Scandurra, scomparsa nell’agosto 2014, è stata pittrice, autrice di moltissimi racconti con lo pseudonimo di Lazzarina. Il suo primo romanzo "Complesso di Famiglia" è premio Castiglioncello, è premio Penna d'argento e arriva nella rosa finale delle opere prime al premio Viareggio. Come aiuto regista ha collaborato con Camerini, Zampa, Argento, Manfredi, Celentano e molti altri. Nel 1978 dirige il suo primo film "Io sono mia" tratto da un romanzo di Dacia Maraini. Moltissime le regie teatrali, ha ideato importanti programmi televisivi. Premio Segno d'argento '82 ha diretto la Libera università del cinema, fondata da Cesare Zavattini.