L'effetto del jazz

 12,00  10,20

L’effetto del jazz

È nei vicoli della Torino del Dopoguerra, quella Torino oggi frenetica regina della nightlife nazionale, che nasce il primo jazz club italiano: lo Swing Club

Descrizione prodotto

È nei vicoli della Torino del Dopoguerra, quella Torino oggi frenetica regina della nightlife nazionale, che nasce il primo jazz club italiano: lo Swing Club. Fine anni Cinquanta, in una cantina del Centro storico seicentesco della città, bombardato e trascurato dall’inerzia degli amministratori, in via Bellezia, Mario detto Xma, aiutato da un manipolo di amici appassionati di una musica che portava le sue sonorità da oltreoceano in Europa, costruisce uno dei jazz club che segneranno la storia di questa musica in Italia. Charlie Mingus, Dexter Gordon, J.J. Johnson, Chet Baker, Miles Davis, Thelonious Monk, Art Blakey, solo per citarne alcuni, approdarono in questo tempio della musica jazz. Un libro che, attraverso gli occhi dell’autore che ha vissuto quegli anni struggenti, ci fa amare con il suo racconto appassionato questo genere musicale, e ci racconta una Torino ormai scomparsa.

Spedizione: tempi e costi

Per amore dei nostri lettori e delle nostre lettrici a partire da luglio 2015 la spedizione è sempre GRATUITA con la posta, con il corriere è gratuita per importi superiori a 25 euro mentre se spendi meno costa 5 euro.

La spedizione con contrassegno costa 8 euro e il tempo di consegna varia da 1 a 3 giorni. Si paga in contanti al ricevimento del materiale. Ricorda, utilizzando questa formula, di accertarti che qualcuno possa ricevere e pagare il totale esatto (comprese le spese di spedizione) durante tutto il giorno; il corriere non ha resto e non accetta assegni.

SCHEDA

  • Altezza : 23 cm
  • Larghezza : 16 cm
  • Pagine : 104
  • Data di pubblicazione : marzo 2013
  • Isbn : 9788862521895

BIO

Toni Bertorelli

Toni Bertorelli Nasce a Torino nel 1948 dove ha effettuato gli studi classici. Ha recitato in teatro con Aroldo Tieri, Valeria Moriconi, Umberto Orsini, Luca De Filippo con la regia di Luca Ronconi, Peppino Patroni Griffi, Carlo Cecchi e Mario Martone. Nel cinema lo abbiamo visto con Marco Tullio Giordana (Pasolini un delitto italiano), Marco Bellocchio (Il principe di Homburg, L’ora di religione e Sangue del mio sangue), Nanni Moretti (La stanza del figlio e Il Caimano), Mel Gibson (Passion), Paolo Sorrentino (The Young Pope). Ha vinto il premio Flaiano, il premio Ubu e il premio Sacher d’oro. Per iacobellieditore ha già pubblicato nel 2013 L’effetto del jazz.