16,00

La donna capovolta

Una storia di bruciante attualità sulla difficoltà dell’accoglienza

Descrizione

Eleonora è una filosofa, insegna studi di genere, frequenta amici intellettuali e progressisti, ha un marito narciso e una figlia all’estero. Tutto bene? No, non proprio, perché – complice l’età che avanza – Eleonora si trova in preda a una sorta di spaesamento interiore. Forse perché ha un’anziana madre demente da accudire. Alina è una efficientissima badante moldava ingaggiata per alleviare Eleonora dalle incombenze di cura della madre. Il confronto tra le due donne – che fanne entrambe perno sulla terza, la vecchia madre – è come una deflagrazione: si specchiano l’una nell’altra e si detestano per questo. Pensano di essere diversissime e invece sono legate da una reciproca dipendenza che non riescono a tollerare. Entrambe si trovano d’un tratto, a essere tradite, deluse dove meno se l’aspettavano. E nello scritto di Titti Marrone ciascuna racconta la sua esistenza direttamente, per la sua parte, in brevi, spietati e a volte ironici lampi di coscienza contrapposti: un susseguirsi di personaggi e d’involontaria feroce comicità sulla vecchiaia, la malattia, i piccoli trucchi per fuggire dalle responsabilità.


ARTICOLI, RECENSIONI E…

Recensione
(Giovanna Borrello, Il Paese delle Donne, 7 settembre 2019)

Recensione
(Rita Farneti, Riflessioni, agosto 2019)

Recensione
(Dodici Magazine, luglio-settembre 2019)

Overbooking: Titti Marrone
(Francesco Forlani, Nazione Indiana, 13 luglio 2019)

Premio Castello di Prata: vince La donna capovolta
(Carmela Maietta, Il Mattino, 23 giugno 2019)

Specchiarsi l’una nell’altra e detestarsi per questo
(Alessandro Toso, SuperAbile INAIL, giugno 2019)

Recensione
(Luciana Grillo, L’Adigetto, 19 giugno 2019)

Recensione
(Luisa Ricaldone, Indice dei libri, giugno 2019)

Il segreto di Alina che da ingegnere divenne badante
(Isabella Bossi Fedrigotti, Corriere della Sera, 4 giugno 2019)

Capovolte, l’una nell’altra
(Elvira Federici, Leggendaria, n. 135 del 2019)

Tre donne capovolte
(Rachele Muzio, LetterateMagazine, 17 maggio 2019)

Titti Marrone ospite a Il Mattino TV (16 maggio 2019)

Eleonora e Alina. Le vite capovolte raccontate dalla Marrone
(Emanuele Tirelli, Il Mattino, 16 maggio 2019)

Recensione
(Enzo Di Brango, Le Monde Diplomatique, maggio 2019)

Recensione
(Elide Apice, Teatri e culture, 9 maggio 2019)

Recensione
(Valeria Parrella, Grazia, maggio 2019)

Una donna capovolta “per colpa” di Gorbaciov
(Mirella Serri, La Stampa, 28 aprile 2019)

Recensione
(Massimo Maugeri, Letteratitudine, 11 aprile 2019)

Vita di donne, quando il mondo si capovolge
(Ivana Picariello, Quotidiano del Sud, 7 aprile 2019)

Titti Marrone: così racconto il mondo delle badanti
(Silvana Mazzocchi, Repubblica.it, 3 aprile 2019)

Recensione
(Claudia Bellocchi, Roma cultura, 1 aprile 2019)

Intervista a Titti Marrone su Radio Cusano Campus (18 marzo 2019)

      Ascolta l'intervista

Titti Marrone e la guerra fredda tra donne capovolte
(Vincenzo Aiello, il Napolista, 12 marzo 2019)

Due donne, l’Alzheimer e Gorbaciov. Un libro per un 8 marzo antiretorico
(Maria Serena Palieri, Striscia rossa, 8 marzo 2019)

Recensione
(Daniela Domenici, Daniela&Dintorni, 7 marzo 2019)

Storie a confronto di donne capovolte
(Fabrizio Coscia, Il Quotidiano di Lecce, 5 marzo 2019)

Così lontane, tanto vicine
(Armida Parisi, Roma – Il Giornale di Napoli, 4 marzo 2019)

Badante e prof. Un duello senza vincitori
(Mirella Armiero, Corriere del Mezzoggiorno, 2 marzo 2019)

Scontro di civiltà tra due donne capovolte
(Brunella Schisa, Il Venerdì di Repubblica, 1 marzo 2019)

La vecchiaia, la malattia, i piccoli trucchi per fuggire dalle responsabilità: “La donna capovolta” di Titti Marrone
(Rossella Montemurro, Non solo libri tra i sassi, 1 marzo 2019)

La filosofa, la badante e le feroci comicità del vivere quotidiano
(Francesco Durante, Il Mattino, 28 febbraio 2019)

Recensione
(Gabriele Ottaviani, Convenzionali, 28 febbraio 2019)

PRESENTAZIONI E DISCUSSIONI

SCHEDA

  • Altezza : 23
  • Larghezza : 16
  • Pagine : 184
  • Data di pubblicazione : Febbraio 2019
  • Isbn : 9788862524537

BIO

Titti Marrone

Titti Marrone, napoletana, giornalista, è autrice di vari libri tra i quali, con Gustaw Herling, Controluce (Pironti 1992), Il sindaco (Rizzoli 1996), Meglio non sapere (Laterza 2003, ultima edizione 2017), e il romanzo Il tessitore di vite (Mondadori 2013). Dal 1996 insegna Storia e tecniche del giornalismo. Ha curato la raccolta di racconti Ho sete ancora. 16 scrittori per Pino Daniele (Iocisto edizioni 2015).