fbpx
In offerta!

 25,00 23,75

Da semplici curiosità a vere opere d’arte

Descrizione

Prefazione di Eugenio Lo Sardo

Gli automi sono tra i pochi manufatti costruiti dall’uomo capaci di unire in un solo oggetto il talento artistico, l’inventiva dell’ingegno e un movimento programmabile, prevedibile e controllabile.
Automi è il primo libro completo su questo argomento edito in Italia, e ripercorre la storia di queste invenzioni e dei loro autori, dall’Egitto dei Tolomei ai nostri giorni, con una descrizione dettagliata di vari progetti.

Agli automi sono state affidate, nel corso del tempo, funzioni diverse: così, oltre che per intrattenere un pubblico, gli automi sono stati usati per fare, come si direbbe oggi, ricerca e sviluppo in ambito naturalistico, per misurare il tempo in modo condiviso, per sperimentare la meccanica e la pneumatica, per personificare gli dei, per fare musica, per mescere bevande, per predire gli spostamenti degli astri, per mettere in movimento scene teatrali, attori e a volte il teatro stesso, per imitare il verso degli animali, per dar vita ai simboli del potere laico e religioso, per spaventare e intimorire un pubblico, per consolare un re intristito o per regalargli dei fiori, per rallegrare un giardino o una tavola principesca, per servire il tè, per offrire un dono pregiato a un sultano, per studiare strumenti e protesi ortopediche, per contribuire ad affermare l’idea di scienza, per sperimentare la programmazione e il controllo delle macchine, per costruire gioielli meccanici, per fare arte, per insegnare letteratura e meccanica e in ultimo, ma non per importanza, per ironizzare, fantasticare e giocare.

Questo libro ha anche una pagina facebook creata e gestita dall’autore

 


ARTICOLI, RECENSIONI E…

Once upon a time. The story of a book
(Guido Accascina, Automata Magazine, nov-dic 2020)

I saggi e le guide per sfuggire agli immancabili gialli dell’estate
(Carlo Martinelli, Trentino, 17 agosto 2020)

Automi, dallo stupore al trastullo
(Giorgio Villani, il manifesto, 2 agosto 2020)

Automi, che passione. Storia del palermitano che ha creato un museo
(Gian Mauro Costa, la Repubblica, 3o luglio 2020)

Recensione 
(Falk Keuten, Spiel und Kunst mit Mechanik II, 23 luglio 2020)

Segnalazione
(Mecenate, 17 luglio 2020)

Segnalazione
(Auditorium, 17 luglio 2020)

PRESENTAZIONI E DISCUSSIONI

Informazioni aggiuntive

Spese di spedizione

Gratis via Posta. Gratis con corriere se spendi più di 25 euro e 5 euro se spendi meno.

Fatture

Per l’acquisto di libri materiali non viene emessa fattura in quanto l’IVA è assolta dall’editore ai sensi dell’articolo 74 D.P.R. 633/1972.Una fattura può essere comunque richiesta inoltrando una email a ordini@iacobellieditore.it

Tempi di spedizione

2-7 giorni lavorativi via Posta. 24-48 ore lavorative via Corriere.

SCHEDA

  • Altezza : 21
  • Larghezza : 15
  • Pagine : 328
  • Data di pubblicazione : luglio 2020
  • Isbn : 9788862526555

BIO

Guido Accascina

Guido Accascina, ingegnere, 24-9-1951, Palermo, vive in Sabina. È il curatore del Modern Automata Museum, un Museo dedicato agli automi contemporanei, inserito dal Mibac tra i “Luoghi della Cultura Italiani” e premiato dalla Regione Lazio sia per le “Buone pratiche” che per la “Buona gestione”. Un suo profilo biografico è nel volume: Il talento e la passione, Ritratti Italiani, di Aldo Carboni, Ed. Laterza, Bari, 2006, prefazione di Salvatore Settis.