fbpx

Home

Home

Freschi di stampa

ALTRE STRADE
Itinerari sulle strade bianche fra Lazio, Umbria e Toscana. Storie di resistenza rurale
di Adio Provvedi
Collana:

 15,00 14,25ACQUISTA

Tre itinerari da percorrere in macchina e a piedi nel territorio compreso tra l’Alto Lazio, la Bassa Toscana e l’Umbria Occidentale, in un’area dove i confini si percepiscono solo dalle tabelle lungo le strade o dalle carte geografiche. Itinerari da percorrere attraverso strade poco conosciute… e se qualche volta vi perdete prendetela bene… tornando indietro tutto assume un altro aspetto. Itinerari da percorrere parlando con chi incontrate, vi squadreranno un po’ all’inizio ma poi cominceranno raccontarvi leggende di quei luoghi.  Itinerari con inconvenienti: la polvere d’estate, il fango d’inverno, le buche, il fondo difettoso, ma tutti inconvenienti che hanno un infallibile rimedio: andare piano. Andando piano non si alza polvere, si schizza poco fango, si evitano le buche, ma soprattutto ci si guarda intorno. Avvicinarsi, contaminarsi, percorrere con empatia e curiosità i tracciati suggeriti, godere da vicino e con lentezza di colori e panorami, conoscere i “resistenti”, gli attori dell’affresco, per sperare che, amandolo, si possa anche noi continuare a salvare questo angolo di mondo e, con esso, il mondo intero. A ogni itinerario è associata una playlist di canzoni che sembrano fatte apposta per i paesaggi che attraversiamo; potete utilizzare queste playlist o organizzarvene una vostra, ma un po’ di musica in sottofondo ci sta sempre bene.

Con la collaborazione di Filippo Belisario e illustrazioni di Pietro D’Antoni

GENERI ALIMENTARI
Cibo, donne e nuovi immaginari
a cura di Daniela Finocchi e Luisa Ricaldone
Collana:

 13,00 12,35ACQUISTA

Niente parrebbe più scontato del rapporto tra donne e cibo: coltivare, raccogliere, cucinare, nutrire fanno parte da millenni di quei compiti di cura che consentono la riproduzione, materiale e simbolica, della specie umana. Eppure negli ultimi tempi sotto i riflettori troviamo in maggioranza gli chef: “stellati” di fama, regnano nelle cucine dei sempre più numerosi programmi e nei contest culinari della Tv generalista o dei canali dedicati. E invece c’è tutto un universo femminile ancora poco esplorato da far emergere: quello dell’immaginazione, che si traduce in scritture – letterarie, artistiche, televisive – che raccontano e indagano la “vocazione” delle donne per l’arte culinaria e l’importanza che il nutrire ha anche sul piano relazionale. Ma anche le ossessioni e le paranoie che il rapporto col cibo, nei suoi polivalenti significati, può veicolare. Attraverso un’ampia ricognizione di testi letterari, le autrici di questi saggi esplorano con penna lieve il forte legame che unisce cibo e parola, pensieri ed emozioni, mettendo in evidenza come fra quotidianità e aspirazioni, salvaguardia delle tradizioni e cambiamento, salute e malattie, il discorso che coniuga cibo e donne risulti davvero centrale per comprendere un presente in continua trasformazione. Ai saggi di studiose provenienti da discipline diverse, si affiancano tre racconti originali di donne straniere che scrivono in italiano e che negli anni sono risultate vincitrici al Concorso Letterario “Lingua Madre”: perché non c’è dubbio che il fenomeno migratorio ha avuto e avrà un forte impatto anche nel nostro rapporto con il cibo.

GLI ANNI DIVERSI
Milano nel primo dopoguerra vista con gli occhi di una bambina
di Alessandra Marzola
Collana:

 14,00 13,30ACQUISTA

La generazione di coloro che sono stati “concepiti in guerra e partoriti nella pace” testimonia dei cambiamenti forse più rapidi e spettacolari dell’Italia post-bellica. Questo memoir di Alessandra Marzola racconta solo i primi 13 anni della sua vita ma lo fa in modo straordinario, calandosi in un sé bambina e poi adolescente con la freschezza, le incertezze e gli interrogativi di cui sono portatori i figli e le figlie di famiglie passate faticosamente negli anni di guerra e nel primo periodo della ricostruzione. Il racconto di ferma alle soglie del boom economico che negli anni Sessanta avrebbe investito l’Italia. La datazione non è casuale: il 1959 è l’anno della morte del padre, quello che per l’autrice segna un prima e un dopo. Ma intanto la narrazione cresce nel tempo, dall’ingenuità di una bambina che poco comprende non solo di cosa sta accadendo nel Paese ma anche delle dinamiche complesse e a volte molto faticose della sua grande famiglia, fino alla maggiore consapevolezza che le fornisce l’accumulo dei tasselli costituiti da frammenti di ricordi, storie riportate, testimonianze casuali e incomplete. Milano è sullo sfondo, colta nelle sue rapide trasformazioni, protagonista e scenario di un racconto coinvolgente e commovente che, nella minuzia dei particolari, nei piccoli eventi e nelle emozioni, trova un suo significato storico e universale.

IL VERDE ORIZZONTE SI INFIAMMA
Storie di una generazione sospesa
di Patrizia Magli
Collana:

 14,50 13,78ACQUISTA

Nove racconti come tasselli di un puzzle che compongono una narrazione che ha il sapore dell’inattualità, del fuori tempo massimo, “vintage” appunto. Perché l’americano David, uno dei due principali protagonisti di questa storia, è un quarantenne professore americano pieno di domande, che decide di trascorre il suo anno sabbatico in Italia nei mesi subito successivi alla caduta del Muro di Berlino. È lui il filo rosso di vicende scandite da una colonna sonora che predilige il blues e in cui si intrecciano le vite, i dubbi e le speranze di una generazione sospesa tra un prima e un dopo l’89. Il titolo Verso Ovest il verde orizzonte s’infiamma, è una citazione dal Pierrot Lunaire di Schönberg. Il Pierrot, infatti, è un’apparizione che si manifesta inaspettata all’inizio e, continuamente inseguita e sognata, ritorna alla fine del libro: figura simbolica in un’epoca della vita in cui un gruppo di quarantenni si trova in bilico tra due mondi e tra le loro riconfigurazioni geopolitiche, tra gli ideali della prima giovinezza e le ambizioni della maturità, tra l’amore reale e quello sognato, tra chi è un puro esteta e chi invece la bellezza non si limita a osservarla, ma la produce.

SENZA APRIR BOCCA
Il dizionario dei gesti in versione aggiornata con oltre 300 gesti
di Lilia Angela Cavallo
Collana:

 19,90 18,91ACQUISTA

Il libro vuole raccogliere quanti più gesti possibili. È questa la sua missione. Documenta con immagini e racconti come questi gesti si usano nel quotidiano, come variano, quanti ce ne sono per dire un’unica cosa, perché si fanno in quel modo. 329 gesti totali, tra gesti “normali” e una parte volgare a luci rosse. E ce ne sarebbero ancora altri…

ITALIANO – INGLESE – FRANCESE

Introduzione di Arianna Lodeserto

IL LIBRO DI TUTTI E DI NESSUNO
Elena Ferrante, un ritratto delle italiane del XX secolo
di Viviana Scarinci
Collana: Workshop

 7,99 -  16,00 7,59 -  15,20ACQUISTA

Fenomeno tutto italiano ma diventato presto mondiale, l’opera di Elena Ferrante – autrice “invisibile” eppure sempre più presente nel dibattito culturale e letterario – rivela un universo complesso che mescola tradizione ed ipermodernità, realismo e immaginazione. Lavorando sulle relazioni e sulle sfumature, sul dicibile e l’indicibile delle vite dei suoi personaggi – soprattutto quelli femminili – sulla lingua e le architetture concrete e simboliche dei suoi romanzi, Ferrante ha trascinato la produzione letteraria italiana a firma femminile fuori da un cono d’ombra mettendola al centro della scena. Questa appassionante monografia – un lavoro critico che appare come imprescindibile per studiosi e appassionati, ma anche per semplici lettori e lettrici – segue i temi, le trame e il linguaggio dei romanzi, dall’Amore molesto alla quadrilogia dell’Amica geniale – anche in versione serial TV – e ancora fino al recentissimo La vita bugiarda degli adulti.
Basato su un ricchissimo apparato bibliografico italiano e internazionale, e senza trascurare anche interviste e testi non narrativi di Ferrante, il volume ha il respiro e lbo spessore sia di una accurata messa a punto del dibattito critico su un’autrice e i suoi testi, sia delle ragioni di un successo senza precedenti.

Recensione
Andrea Pozzali, Mangialibri, 28 aprile 2021

LEGGI > IL LIBRO DI TUTTI E DI NESSUNO di Viviana Scarinci


Le ciociare di Capizzi. La memoria e l’orrore
Rita Caramma, Art a part of Culture, 26 aprile 2021

LEGGI > LE CIOCIARE DI CAPIZZI di Marinella Fiume


A libro aperto. Servizio TV
Annalisa Covito, Cusano Italia TV, 22 aprile 2021

LEGGI > SENZA APRIR BOCCA di Lilia Angelo Cavallo


L’incontro a Terra Madre
Concorso Lingua Madre, 21 aprile 2021

LEGGI > GENERI ALIMENTARI a cura di Daniela Finocchi e Luisa Ricaldone


Servizio a TGR Petrarca
a cura di Maria Teresa Laudando, 19 aprile 2021

LEGGI > RAISTEREONOTTE a cura di Giampiero Vigorito


60 artisti per 60 settimane: The Rokes in 14 pillole podcast
Radio Italia Anni 60, 5-11 aprile 2021

LEGGI > ASCOLTA NEL VENTO. THE ROKES di Luciano Ceri


Percorsi Lettura


Giu
26
Sab
2021
Passeggiata del Trullo con Carla Cucchiarelli e il suo libro sulla street art romana @ Trullo (RM)
Giu 26@11:00–12:30
Passeggiata del Trullo con Carla Cucchiarelli e il suo libro sulla street art romana @ Trullo (RM)

L’associazione Ottavo Colle organizza la passeggiata nelle borgate storiche romane, tra cui il Trullo, per raccontare le evoluzioni dei quartieri a partire dall’ultimo libro della presidente dell’associazione Irene Ranaldi “Passeggiando nella periferia romana. La nascita delle borgate storiche” e si arricchisce della preziosa presenza di Carla Cucchiarelli giornalista Rai e autrice di vari libri tra cui due espressamente dedicati alla Street Art.
L’autrice ci presenterà, passeggiando, il suo ultimo testo “Prima e dopo. La street art romana e il coronavirus“.

DURATA: 1 ora e mezza
LUNGHEZZA: 1,5 km circa
INFO&PRENOTAZIONI: prenotazioniottavocolle@gmail.com
CONTRIBUTO ASSOCIATIVO: € 10,00 + € 5 per la tessera 2021. Gratis minori di anni 18

La prenotazione è obbligatoria, ed è indispensabile per ricevere conferma e per essere avvisati in caso eccezionale di annullamento. Se non verrà raggiunto il numero minimo di 15 iscritti entro le 48 ore precedenti l’incontro, questo sarà annullato.
L’iniziativa si terrà rispettando le norme anti-covid19
NON sono forniti auricolari.

Conduce l’incontro Irene Ranaldi, sociologa urbana e giornalista, che avrà con sé un microfono amplificato.
Locandina di Ludovica Valori


immagine_corso.fw
A fronte di un mercato editoriale sempre più selvaggio e poco attento all’anima del libro, molti editori, si sono conquistati in questi anni un posto di rilievo nell’editoria di qualità, riscoprendo l’amore che c’è dietro al libro nel senso più artigianale del termine.

Molti editori indipendenti (ovvero non soggetti ai grandi monopoli editoriali), hanno iniziato a frequentare strutture tipografiche, ricreando così quel rapporto di scambio che, travalicando il puro aspetto commerciale, ha evidenziato una ricerca della qualità e una capacità di realizzazione che ci sembra richiami molto l’atmosfera della Tipografia Rinascimentale dove autore e tipografo creavano Opere d’Arte.

Scrittore, editore, grafico, tipografo, libraio, lavorano così tutti insieme, alla creazione di quell’oggetto, che quasi per magia diventa libro. Quell’oggetto che arriva nelle vostre mani, vi accompagna a letto e sull’autobus, a scuola e al lavoro, al mare e in montagna, portandosi dietro, insieme alla sua storia personale, anche le storie di un gruppo di professionisti che ogni giorno trasformano il loro lavoro in pura passione.

INFO E COSTI

Workshop
Workshop brevi che in modo non accademico forniranno gli strumenti per capire tutti i mestieri dell’editoria con uno stage finale in casa editrice per i più meritevoli .
Durante tutti i corsi sarà possibile osservare dal vivo ogni tipo di lavorazione compresa la stampa e l’allestimento. I corsi si terranno infatti in un centro tipografico e redazionale e tenuti dal personale della casa editrice e da professionisti del settore. Verranno ospitati scrittori.

INFO E COSTI

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Biblioteche Di Roma (@bibliotechediroma)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 𝗔𝗹𝗲 𝟮.𝟬 (@crazy.__.nerd)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Igor Libreria (@igor.libreria)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 🍿 Cinemio.it 🍿 (@cinemio.it)