fbpx

Home

Home

Freschi di stampa

PRIMA E DOPO
La street art romana e il Coronavirus
di Carla Cucchiarelli
Collana: Guide

 19,50 18,53ACQUISTA

La street art e il coronavirus a Roma. Dal poster di Harry Greb con la famiglia in gabbia osservata da un panda, diventato un po’ l’emblema del lungo periodo di isolamento, al murale di Tom & Jerry sulla distanza sociale realizzato da Maupal, nella sua Borgo Pio. E poi Laika e la solidarietà con la comunità cinese, le aste di beneficienza, le mascherine, i lavori rimasti a metà. C’è un prima e un dopo nei racconti che emergono dai muri di Roma, prima e dopo la pandemia con gli artisti a creare nelle case, senza fermarsi mai. E c’è un prima e dopo anche per molti lavori cancellati repentinamente perché considerati offensivi: alcune opere di Tvboy, Maupal e Sirante. Perché l’arte urbana ha colto la confusione politica e l’incertezza di un periodo storico raccontandolo in modo incisivo. In Prima e dopo. La street art romana e il Coronavirus Carla Cucchiarelli prosegue il lavoro iniziato con il precedente libro, proponendo i nuovi murales della capitale, divisi per quartieri e raccontati spesso dagli stessi artisti che li hanno realizzati anche prima del lockdown. Da Torraccia con il suo Miglio d’Arte al Trullo dove sono le donne a fare da protagoniste, dalle Superwomen immortalate a Trastevere al più grande murales ecologico d’Europa, realizzato all’Ostiense con la vernice mangia smog. E poi il Grande Raccordo Anulare, Casal de’ Pazzi fino a raggiungere quei paesi che, a poca distanza da Roma, sanno coniugare l’arte con la voglia di rinascita e turismo. Un viaggio che ha un punto di partenza e che non si conclude mai, perché così è la street art, in perenne cambiamento. In continua evoluzione.

IL CONTAGIO DEL MALE
Il primo caso del commissario Costanza Petrini
di Sara Pollice
Collana: Graffiti

 14,00 13,30ACQUISTA

Quanti segreti può nascondere un piccolo paese nel Canavese? Tanti, troppi, come scoprirà “il” commissario Costanza Petrini, fresca di nomina e quindi controllata a vista dai suoi superiori. Già, perché lei è “una” commissaria, ma lavora con una squadra tutta maschile e dunque “commissario” si fa chiamare. Quando il cadavere di un uomo percosso, stuprato e alla fine barbaramente ucciso viene ritrovato nelle stradine di Pont Canavese, le indagini si annunciano subito assai difficili. E si intrecciano con una scomparsa su cui sembra non esserci alcuna pista da seguire. Costanza è donna pratica ed efficiente, dura ma intuitiva, non si dà mai per vinta anche quando gli indizi la porteranno a Marsiglia, dove la squadra di detective francesi del commissariato locale non sembrano proprio entusiasti di collaborare al caso. Tranne Antoine, il galante Antoine, che farà non poca fatica per conquistarsi la sua fiducia. Costanza duetta con il francese in un gioco che finisce con l’essere anche di seduzione, mentre cameratescamente saldo sembra il rapporto con il suo vice, fedele e instancabile. Sesso, denaro e malefici si rivelano elementi chiave del quadro che Costanza lentamente ricostruisce, mentre saranno i suoi sogni a rivelarle un’oscura vicenda di violenza che del delitto è l’antecedente nascosto. Un personaggio a tutto tondo, quello della commissaria di Pont, con la sua forza e le sue fragilità. Costanza Petrini è al centro di una trama ricca di colpi di scena e affollata di figure “minori”, che procede con la forza dei dialoghi. È lei il perno di due coppie assai ben riuscite: quella con il collega francese e quella con il suo vice, in un raddoppio della dinamica a due che ci consegna la tradizione del giallo.

IL LIBRO DI TUTTI E DI NESSUNO
Elena Ferrante, un ritratto delle italiane del XX secolo
di Viviana Scarinci
Collana: Workshop

 7,99 -  16,00 7,59 -  15,20ACQUISTA

Fenomeno tutto italiano ma diventato presto mondiale, l’opera di Elena Ferrante – autrice “invisibile” eppure sempre più presente nel dibattito culturale e letterario – rivela un universo complesso che mescola tradizione ed ipermodernità, realismo e immaginazione. Lavorando sulle relazioni e sulle sfumature, sul dicibile e l’indicibile delle vite dei suoi personaggi – soprattutto quelli femminili – sulla lingua e le architetture concrete e simboliche dei suoi romanzi, Ferrante ha trascinato la produzione letteraria italiana a firma femminile fuori da un cono d’ombra mettendola al centro della scena. Questa appassionante monografia – un lavoro critico che appare come imprescindibile per studiosi e appassionati, ma anche per semplici lettori e lettrici – segue i temi, le trame e il linguaggio dei romanzi, dall’Amore molesto alla quadrilogia dell’Amica geniale – anche in versione serial TV – e ancora fino al recentissimo La vita bugiarda degli adulti.
Basato su un ricchissimo apparato bibliografico italiano e internazionale, e senza trascurare anche interviste e testi non narrativi di Ferrante, il volume ha il respiro e lo spessore sia di una accurata messa a punto del dibattito critico su un’autrice e i suoi testi, sia delle ragioni di un successo senza precedenti.

L’ALBERGO
O del delitto perfetto
di Paolo Calabrò
Collana: Graffiti

 7,99 -  14,90 7,59 -  14,16ACQUISTA

Non è per trovare il divertimento sfrenato. E nemmeno per il lusso. In quell’albergo di montagna si va per riposare. Per la tranquillità. O anche per allontanarsi da qualcosa come il professore, o da qualcuno come il signor Scotti, che va e viene dal paese due volte al giorno, “per affari” dice lui, ma nessuno ci crede. L’albergo non è luogo di novità, ma di routine; e quando ci si abitua a una routine, è facile perdere l’equilibrio di fronte all’arrivo di un nuovo ospite: soprattutto se giovanissimo. E affascinante. E appena colpito da un lutto gravissimo. Samantha Lucetti – donna alle porte della mezz’età che gestisce l’albergo di famiglia insieme a suo marito Umberto e che ne ha viste e sentite di tutti i colori in tanti anni di attività, finisce per invaghirsene; ma ben presto comincia a nutrire i primi sospetti: perché l’uomo non solo sembra essere diverso da quel che vorrebbe far credere, ma pare abbia un talento naturale per ferire chi gli si avvicina oltre il limite di guardia. Come fermarsi prima di arrivare al punto di non ritorno?L’albergo, romanzo noir la cui storia si muove tra investigazioni private, sottrazione di fascicoli riservati, patti stretti con delinquenti abituali e uomini e donne disposti a fare tutto ciò che è necessario, affronta il tema della violenza psicologica di genere e della manipolazione affettiva, mettendo in luce che l’amore che uccide non è amore. E che la parola – detta, gridata, suggerita – può essere un’arma. E delle più affilate.

LE CIOCIARE DI CAPIZZI
I racconti delle donne siciliane stuprate durante la Seconda Guerra Mondiale

di Marinella Fiume
Collana:

 7,99 -  16,00 7,59 -  15,20ACQUISTA

Marinella Fiume fa parlare le donne siciliane che raccontano “le marocchinate” subite durante la Seconda guerra mondiale per opera dei Goumiers (marocchini dell’esercito francese) nel corso della loro avanzata in occasione dell’operazione Husky. Lo stupro a danno delle popolazioni civili durante i conflitti armati è strumento di guerra, anche se spesso nascosto e ignorato come crimine di guerra. Le donne sono considerate parte del bottino di guerra, lo stupro viene minimizzato come naturale conseguenza del fatto che gli uomini sul fronte sono lontani dalle loro famiglie, che i soldati meritano un compenso alle loro fatiche, un sollievo allo stress. È un modo “naturale” di dimostrare il loro coraggio e la loro virilità. Il fenomeno diffuso dei bordelli di guerra al seguito degli eserciti ne è una dimostrazione. Insomma il fenomeno è ancora una volta frutto dello stereotipo patriarcale secondo cui la violenza appartiene al maschio e subirla è destino delle donne, sempre inevitabili vittime. A raccontare tutto questo non sono le carte degli archivi, né gli scrittori o i registi, ma le nipoti e i nipoti di quelle donne, quelle che, in Sicilia, non hanno mai raccontato né denunciato e si sono portate nella tomba il peso del macigno che ha gravato per tutta la vita sul loro cuore.

AUTOMI
Da semplici curiosità a vere opere d’arte
di Guido Accascina
Collana:

 25,00 23,75ACQUISTA

Gli automi sono tra i pochi manufatti costruiti dall’uomo capaci di unire in un solo oggetto il talento artistico, l’inventiva dell’ingegno e un movimento programmabile, prevedibile e controllabile.
Automi è il primo libro completo su questo argomento edito in Italia, e ripercorre la storia di queste invenzioni e dei loro autori, dall’Egitto dei Tolomei ai nostri giorni, con una descrizione dettagliata di vari progetti. Agli automi sono state affidate, nel corso del tempo, funzioni diverse: così, oltre che per intrattenere un pubblico, gli automi sono stati usati per fare, come si direbbe oggi, ricerca e sviluppo in ambito naturalistico, per misurare il tempo in modo condiviso, per sperimentare la meccanica e la pneumatica, per personificare gli dei, per spaventare e intimorire un pubblico, per consolare un re intristito o per regalargli dei fiori, per rallegrare un giardino o una tavola principesca, per servire il tè, per offrire un dono pregiato a un sultano, per sperimentare la programmazione e il controllo delle macchine, per costruire gioielli meccanici, per insegnare letteratura e meccanica e in ultimo, ma non per importanza, per ironizzare, fantasticare e giocare.

Prefazione di Eugenio Lo Sardo

 

 

IL MURO DELLA MEMORIA
Quel che è accaduto non può essere cancellato, ma si può impedire che accada di nuovo
di Associazione Culturale La Sibilla
Collana:

 15,00 14,25ACQUISTA

La mostra permanente oggetto di questo catalogo, nata da una riflessione dopo un viaggio della Memoria nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, vuole sottolineare l’esigenza di vivere quotidianamente la Memoria, tradurla ogni giorno nei valori sociali e civili di una società nuova, diversa, tollerante e accogliente.
Questo catalogo fotografico vuole essere uno strumento didattico sia per alunni che per docenti e vuole rendere ancora più concreti questi valori, far sì che nello sfogliare le sue pagine, nell’accarezzare con lo sguardo queste immagini il lettore possa ricordare ciò che è accaduto, di quale efferatezza l’essere umano sia capace, affinché ciò che è stato non si ripeta.

Sara Pollice intervistata a “Incontri d’autore”
Alessandra Rauti, Radio 1 Rai – 16 novembre 2020

LEGGI > IL CONTAGIO DEL MALE
di Sara Pollice


L’arte come politica
Marco Ranaldi, il manifesto – 14 novembre 2020

LEGGI > NOTE SEGRETE di Michele Bovi


Recensione
Sara Marsico, Vitaminevaganti – 7 novembre 2020

LEGGI > IL LIBRO DI TUTTI E DI NESSUNO di Viviana Scarinci


 

Le ciociare di Capizzi, lo stupro di guerra e il recupero della memoria
Maria Concetta Tringali, Alley Oop de il Sole 24 Ore – 1 novembre 2020

LEGGI > LE CIOCIARE DI CAPIZZI di Marinella Fiume


Premio alla carriera Lucca Games 2020
Wonderland, Rai 4 – 1 novembre 2020

LEGGI > I PRIMI VENTIQUATTRO CRUCIVERBA PIÙ DIFFICILI DEL MONDO
di Ennio Peres


Scrittori suicidi
Marco Alloni, Radio Svizzera Italiana – 30 ottobre 2020

LEGGI > L’ULTIMA PAGINA
 di Susanna Schimperna


Nov
27
Ven
2020
Il contagio del Male: presentazione live su facebook @ EVENTO ONLINE
Nov 27@19:15–20:15
Il contagio del Male: presentazione live su facebook @ EVENTO ONLINE

Venerdì 27 novembre alle 19.15 Sara Pollice presenterà il suo nuovo romanzo “Il contagio del Male” live sulla pagina facebook della Libreria L’Altracittà Roma. L’autrice sarà in dialogo con Anna Segre, psicoterapeuta e scrittrice.

LINK FACEBOOK https://www.facebook.com/librerialaltracitta

Nov
28
Sab
2020
Le ciociare di Capizzi: presentazione live su Zoom e Facebook @ EVENTO ONLINE
Nov 28@18:00–19:00
Le ciociare di Capizzi: presentazione live su Zoom e Facebook @ EVENTO ONLINE

Sabato 28 Novembre, in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, Marinella Fiume presenterà il suo nuovo libro “Le Ciociare di Capizzi” live sulla pagina Facebook di TerSicula e su Zoom.
Dialogherà con l’autrice Lucia Tuccitto
Letture a cura di Rossana Epaminonda & Mimmo Aiola
Musiche scelte di Rosa Balistreri

LINK FACEBOOK https://www.facebook.com/tersicula/

LINK ZOOM https://us02web.zoom.us/j/83798313315


immagine_corso.fw
A fronte di un mercato editoriale sempre più selvaggio e poco attento all’anima del libro, molti editori, si sono conquistati in questi anni un posto di rilievo nell’editoria di qualità, riscoprendo l’amore che c’è dietro al libro nel senso più artigianale del termine.

Molti editori indipendenti (ovvero non soggetti ai grandi monopoli editoriali), hanno iniziato a frequentare strutture tipografiche, ricreando così quel rapporto di scambio che, travalicando il puro aspetto commerciale, ha evidenziato una ricerca della qualità e una capacità di realizzazione che ci sembra richiami molto l’atmosfera della Tipografia Rinascimentale dove autore e tipografo creavano Opere d’Arte.

Scrittore, editore, grafico, tipografo, libraio, lavorano così tutti insieme, alla creazione di quell’oggetto, che quasi per magia diventa libro. Quell’oggetto che arriva nelle vostre mani, vi accompagna a letto e sull’autobus, a scuola e al lavoro, al mare e in montagna, portandosi dietro, insieme alla sua storia personale, anche le storie di un gruppo di professionisti che ogni giorno trasformano il loro lavoro in pura passione.

INFO E COSTI

Workshop
Workshop brevi che in modo non accademico forniranno gli strumenti per capire tutti i mestieri dell’editoria con uno stage finale in casa editrice per i più meritevoli .
Durante tutti i corsi sarà possibile osservare dal vivo ogni tipo di lavorazione compresa la stampa e l’allestimento. I corsi si terranno infatti in un centro tipografico e redazionale e tenuti dal personale della casa editrice e da professionisti del settore. Verranno ospitati scrittori.

INFO E COSTI

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MaddaLena~Lettrice selvatica (@lalocandadeilibri) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MaddaLena~Lettrice selvatica (@lalocandadeilibri) in data:

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Città invisibili (@cittainvisibili) in data:

Percorsi Lettura